Interessante come sempre visualcapitalist che in questi giorni propone l’infografica dei Paesi maggiori esportatori nel mondo. Salta  all’occhio che non siamo messi male e che anche sotto questo profilo dovremmo essere un po’ meno critici nei nostri confronti. Il tipico atteggiamento di chi considera poco i dati (soprattutto politici e intellettuali di sinistra) di mostrare poca fiducia nelle capacità italiane che in questo caso, anche in mancanza di materie prime, riesce ad imporsi nel settore esportazioni per un totale di 506 miliardi di dollari nel 2017, classificandosi nona (9) a livello mondiale

La classifica dei primi 10

Altro dato importante è che la Germania è terza dietro i giganti USA e Cina. Dal punto di vista, però, del rapporto pro capite, la Germania supera abbondantemente gli Stati Uniti. Infatti la cifra pro capite del totale delle esportazioni per la Germania è di 18.000 dollari mentre per gli americani di “soli” 4.800 dollari.

Aspettiamo l’infografica (promessa) delle importazioni per vedere bene chi si comporta male in tema di commerci internazionali, cioè chi gioca esclusivamente il suo gioco e per i suoi esclusivi interessi. Chi pratica insomma la legge della giungla, pretende di vendere senza comprare, cosa che uccide non solo il commercio ma anche le relazioni internazionali

643total visits,1visits today


Claudio Pisapia

Studio i fenomeni sociali seguendo quelli economici. Maturità classica e Laurea in Scienze Politiche, collaboro con il Gruppo Economia di Ferrara (GECOFE) nell'organizzazione di eventi, conferenze e nello studio della realtà macroeconomica. Collaboro con i giornali online ferraraitalia e scenarieconomici. Ho scritto il libro "Pensieri Sparsi".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *