SUCCEDE ALLA NORMALE DI PISA

Pubblicato da Claudio Pisapia il

alcuni eventi rincuorano. Sono forme di resistenza, di esplorazione:
«Noi crediamo che la scuola non sia senza colpe, avete reso l’università un’azienda. Perseguendo solo il profitto», hanno detto, rivolgendosi ai professori e agli accademici presenti in sala con loro. «Ha infatti promosso quella retorica dell’eccellenza e della meritocrazia che legittima il taglio delle risorse. Ha incoraggiato la creazione di piccoli poli di eccellenza iper finanziati. La scuola ha perseguito la deregolamentazione del personale esternalizzato di mensa e biblioteca. E ha rinunciato a una presa di posizione esplicita nel dibattito pubblico: questo silenzio è stato condiviso dalla maggioranza del corpo docenti. L’impegno civico è passato in secondo piano rispetto alla produzione scientifica. Perché l’impegno nel dibattito, lo schierarsi apertamente a favore di una certa posizione è considerato una macchia di cui l’accademico non deve sporcarsi? Questa disabitudine all’impegno, questa autoreferenzialità sono pericolose».
Ragazze fresche di Diploma in una scuola “prestigiosa” che invece di abbracciare il sistema ne evidenziano le pecche, comprendono i punti di rottura reali: la teoria economica che prevede le conseguenze che ci impoveriscono e creano la disuguaglianza nelle università; la mancanza di impegno e di volontà nell’affrontare un dibattitto profondo e che vada alle cause; la mancanza di democrazia reale nell’istruzione (come nelle cure e nell’accesso alle risorse in generale); l’assuefazione della classe dirigente ad un sistema che si nasconde dietro il mito della meritocrazia per limitare le risorse ai più e direzionarle al benessere fisico e intellettuale di pochi privilegiati.

Si potrebbe dire tanto, ma lasciamo che siano loro a rappresentare immagini che continueremo a non riuscire a vedere


Claudio Pisapia

Studio i fenomeni sociali seguendo quelli economici. Maturità classica e Laurea in Scienze Politiche, collaboro con il Gruppo Economia di Ferrara (GECOFE) nell'organizzazione di eventi, conferenze e nello studio della realtà macroeconomica. Collaboro con chi mi chiede collaborazione. Ho scritto i libri "Pensieri Sparsi" e "L'Altra Faccia della Moneta".

0 commenti

Lascia un commento

Avatar placeholder

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

On this website we use first or third-party tools that store small files (<i>cookie</i>) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (<i>technical cookies</i>), to generate navigation usage reports (<i>statistics cookies</i>) and to suitable advertise our services/products (<i>profiling cookies</i>). We can directly use technical cookies, but <u>you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies</u>. <b>Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience</b>.